Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Cliccando su "accetta" acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai all'informativa.

Restauro

laboratorio legno

 

L’attività di restauro condotta dal Centro è funzionale alle esigenze didattiche ed è rivolta a casi di particolare complessità in cui sia necessario l’apporto interdisciplinare di restauratori, storici e diagnosti.

I Laboratori di Restauro conducono attività di prevenzione, monitoraggio, manutenzione e restauro dei beni culturali.

Le linee strategiche di ricerca e di sperimentazione metodologica interessano in particolare i settori delle arti decorative (arredi lignei, tessuti, arazzi) e dell’arte contemporanea e design.

Creati in accordo con gli indirizzi del Corso di Laurea, i laboratori si articolano secondo le principali tipologie di manufatti artistici:

Arredi lignei

Arazzi, manufatti tessili e cuoio

Arte contemporanea

Dipinti murali, materiali lapidei e superfici dell'architettura

Dipinti su tela e tavola

Manufatti in metalli, ceramica e vetro

Manufatti cartacei e materiale fotografico

L’attività di restauro condotta dal Centro è funzionale alle esigenze didattiche ed è rivolta a casi di particolare complessità in cui sia necessario l’apporto interdisciplinare di restauratori, storici e diagnosti.

I Laboratori di Restauro conducono attività di prevenzione, monitoraggio, manutenzione e restauro dei beni culturali.

Le linee strategiche di ricerca e di sperimentazione metodologica interessano in particolare i settori delle arti decorative (arredi lignei, tessuti, arazzi) e dell’arte contemporanea e design.

Creati in accordo con gli indirizzi del Corso di Laurea, i laboratori si articolano secondo le principali tipologie di manufatti artistici:

Arredi lignei

Arazzi, manufatti tessili e cuoio

Arte contemporanea

Dipinti murali, materiali lapidei e superfici dell'architettura

Dipinti su tela e tavola

Manufatti in metalli, ceramica e vetro



  • Arredi lignei

    arredi lignei 

    La specializzazione del Centro nel settore delle arti decorative ha consentito di sviluppare in particolare il tema del restauro degli arredi lignei, incontrando così anche una delle principali esigenze conservative del territorio piemontese. La maggior parte delle esperienze di restauro sono maturate infatti sul campo delle Residenze Sabaude: Palazzina di Caccia di Stupinigi, Palazzo Madama di Torino, Castello di Agliè ma anche di altri luoghi di destinazione, come il Palazzo del Quirinale di Roma o di nuclei collezionistici come quello della Fondazione Accorsi Ometto di Torino. I casi, numerosi e complessi, affrontati in questo settore hanno condotto alla definizione di una metodologia specifica e all’individuazione di strumenti di indagine e modalità di intervento in linea con i più elevati standard operativi.

    Il restauro del mobile si è dunque assestato su criteri di elevata scientificità e integrazione disciplinare, e l’impostazione con cui si affronta questo settore di intervento travalica l’ambito antiquariale e risulta oggi paragonabile alle prassi già consolidate nei settori più tradizionali del restauro, come quello dei dipinti su tela e tavole o delle sculture lignee.

    Il laboratorio sta affrontando anche il tema del restauro del mobile moderno e del design, in collaborazione con le altre unità operative del Centro e con la Scuola di Alta Formazione e Studio.

    Insieme agli altri laboratori del Centro, il settore di arredi lignei ha partecipato al complesso cantiere interdisciplinare per il recupero degli appartamenti reali della ex Certosa di Valcasotto.

    A partire del mese di giugno 2013 tutti i laboratori del CCR, compreso quello di arredi lignei, sono impegnati nel restauro delle opere provenienti dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi.

  • Manufatti tessili e cuoio

    manufatti tessili

     

    Nell’ambito strategico delle Arti decorative, la Fondazione Centro Conservazione e Restauro opera su diverse tipologie di manufatti tessili. In questi anni particolare attenzione è stata dedicata agli arazzi delle collezioni museali piemontesi e lombarde, ai tessuti d’arredo delle Residenze Sabaude, agli oggetti di design moderno e all’arte contemporanea, consolidando una metodologia ad alto contenuto scientifico.

    Gli spazi e le attrezzature del Laboratorio sono stati progettati per ospitare manufatti di notevoli dimensioni, organizzare le operazioni di lavaggio degli arazzi mediante una struttura mobile e componibile e preparare la tintura dei filati di restauro. L’attività di conservazione sui tessili è organizzata in stretta sinergia e collaborazione con gli altri laboratori, in particolare quello dedicato agli arredi lignei.

    Insieme agli altri laboratori del Centro, il settore di manufatti tessili ha partecipato al complesso cantiere interdisciplinare per il recupero degli appartamenti reali della ex Certosa di Valcasotto.

    Nell’ambito delle attività di ricerca e scambio, il laboratorio è stato invitato nel 2010 a visitare il laboratorio di restauro degli arazzi della Manifattura dei Gobelins di Parigi, con il quale ha condiviso metodologie di restauro e studio sulle tinture.

    A partire del mese di giugno 2013 tutti i laboratori del CCR, compreso quello di manufatti tessili, sono impegnati nel restauro delle opere ed arredi provenienti dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi.

  • Arte contemporanea e design

    arte contemporanea 

    La Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” ha individuato nella conservazione delle opere d’arte contemporanea e di design un proprio asse strategico.

    L’esperienza maturata in questo settore ha condotto alla definizione di un bagaglio conoscitivo, all’individuazione di strumenti di indagine e alla definizione di una metodologia specifica di intervento di elevata scientificità e multidisciplinarietà. Il restauro dell’arte contemporanea e l’impostazione con cui si affronta questo settore risulta oggi paragonabile alle prassi applicate nei settori più tradizionali del restauro, come quello dei dipinti su tela e tavole o delle sculture lignee.

  • Dipinti su Tela e Tavola

    dipinti tela
     

    Il laboratorio è stato avviato con l’intervento su importanti serie di opere destinate all’allestimento della Reggia di Venaria Reale (tra cui le Cacce di Jan Miel e la serie delle principesse sabaude per la Sala di Diana, i Santi Martiri della legione Tebea provenienti dalla Basilica di Superga e le pale d’altare per la Chiesa di Sant’Uberto).

    L’attività è proseguita con l’intervento sia su opere singole, interessanti come casi di studio per la complessità dell’intervento richiesto; sia su gruppi di opere, assimilabili per tipologia o provenienza collezionistica. Tra i principali incarichi ricevuti si possono citare alcuni capolavori della Galleria Sabauda di Torino, i ritratti dinastici del Castello di Racconigi, l’antica quadreria dell’Oratorio della Compagnia di San Paolo (proprietà Banca Intesa San Paolo), i dipinti d’arte moderna della Galleria Giannoni di Novara, dipinti e sovrapporte di Palazzo Barolo a Torino e alcuni capolavori dei Musei Civici di Padova (Romanino, Palma il Giovane, Tintoretto), che unitamente alle grandi tele di Bassano e Veronese della Galleria Sabauda hanno consentito al Centro di misurarsi con alcuni grandi maestri della pittura rinascimentale veneta.

    Insieme agli altri laboratori del Centro, il settore di arredi lignei ha partecipato al complesso cantiere interdisciplinare per il recupero degli appartamenti reali della ex Certosa di Valcasotto.

    A partire del mese di giugno 2013 tutti i laboratori del CCR, compreso quello di dipinti su tela e tavola, sono impegnati nel restauro delle opere ed arredi provenienti dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi.

  • Dipinti murali e manufatti lapidei

    dipinti murali

     

    La Fondazione Centro Conservazione e Restauro si dedica al recupero e alla conservazione dei dipinti murali prevalentemente attraverso l’attività di cantiere. L’intervento su cicli affrescati e apparati decorativi si affianca alle attività di analisi e monitoraggio ambientale.

  • Metalli, ceramica e vetro

    metalli 

    Nell’ambito delle Arti decorative e dei materiali archeologici, al Centro Conservazione e Restauro opera un settore dedicato a manufatti in metallo, ceramica e vetro.

    Il panorama principale di attività è stato quello legato alle Residenze Sabaude e alle loro collezioni di arredi, armi, oggetti liturgici, lumi, sculture, orologi. L’ex Certosa di Valcasotto in particolare ha rappresentato uno dei cantieri più complessi e ha consentito di integrare efficacemente le funzioni conservative, scientifiche e di restauro.

    Il settore ha sviluppato una specifica linea di intervento anche nell’ambito dell’arte contemporanea (Cancellata del Teatro Regio di Torino) e del design (Collezione storica del Compasso d’Oro).

    A partire del mese di giugno 2013 tutti i laboratori del CCR, compreso quello di metalli ceramiche e vetro, sono impegnati nel restauro delle opere ed arredi provenienti dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi.

     

mibact Regione Piemonte LOGO CITTAMETROPOLITANA TORINO1 Comune di Torino Comune di Venaria Reale Università degli Studi di Torino logo compagnia di san paolo black CRT Logo sito

Fondazione Centro Conservazione e Restauro dei Beni Culturali La Venaria Reale - Via XX Settembre 18 - 10078 Venaria Reale (TO) Italy - Sede legale: Piazza della Repubblica - 10078 Venaria Reale (TO) Italy - Tel. +39 011 4993.011 - Fax +39 011 4993.033 - Email: info@centrorestaurovenaria.it - PEC email: direzione@pec.ccrvenaria.it - Partita IVA 09120370011 - Codice Fiscale 97662370010

Privacy Cookie Policy                                                                                                                                     2012 | Designed by Andrea Martina