amici

 

L’associazione Amici del Centro di Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” nasce nel 2008 per volontà del dott. Carlo Callieri, all’epoca Presidente del CCR, che riesce a riunire e coinvolgere attorno ad un obiettivo comune un gruppo di persone attente e con uno spiccato interesse per i beni culturali.

Dal 2017 l’associazione Amici del Centro di Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” si è unità a quella, anch’essa già esistente, degli Amici della Reggia di Venaria, divenendo un’unica realtà dal nome Amici della Reggia e del Centro di Restauro “La Venaria Reale”.

Negli anni l’Associazione ha sostenuto diverse attività del CCR, favorendo spesso anche il coinvolgimento dei giovani neolaureati del corso di laurea magistrale in Conservazione e Restauro dei Beni culturali dell’Università degli Studi di Torino, che presso gli spazi del CCR stesso trova sede fin dal primo anno di avvio (2006).

Oggi la volontà e l’impegno dell’Associazione rimangono immutati, ma con una rinnovata vocazione a favorire il coinvolgimento dei nostri giovani restauratori, la loro frequentazione a spazi per il confronto e partecipazione a momenti di arricchimento professionale.

Gli scopi e le finalità da statuto dell'Associazione sono:

a) promuovere, valorizzare e diffondere la conoscenza delle attività della Reggia e del CCR;
b) avvicinare pubblici qualificati, ed in particolare gli associati, alle attività della Reggia e del CCR in ogni campo in cui esse sono svolte;
c) sostenere l'attività della Reggia e del CCR mediante erogazioni liberali a favore di specifici progetti di conservazione, restauro, ricerca scientifica e formazione nei campi di cui sopra, anche attraverso programmi di fundraising rivolti agli associati e a terzi;
d) favorire lasciti, donazioni, comodati di opere d'arte, collezioni, insiemi archivistici e documentali a favore del Consorzio della Reggia della Venaria Reale, e del CCR anche attraverso la costituzione di Fondi dedicati;
e) programmare e organizzare riunioni e incontri, conferenze, congressi, pubblicazioni per diffondere la conoscenza e la valorizzazione della Reggia e del CCR, e delle loro attività;
f) offrire agli ex allievi del Corso di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro, tenuto presso il CCR, una sede di incontro, di aggiornamento e di sviluppo.

 

ICONA  DIECI ANNI DI ATTIVITA' 

  • 2011 
    Finanziamento dell’intervento del CCR su 300 opere nell'ambito della mostra del Compasso D’oro a Roma.
    L'attività di condition reporting e restauro ha permesso anche il coinvolgimento di neolaureati ai loro primi passi nel mondo del lavoro.
     
  • 2011 - 2012
    Finanziamento del progetto del sito del Centro affidato ad un giovane dottorando in ingegneria informatica.
    Una sezione, chiamata ALUMNI, viene dedicata agli ex allievi del Corso di Laurea, con lo scopo di offrire loro visibilità e di favorire un momento di incontro.
     
  • 2012
    Sostegno economico per la pubblicazione degli abstract delle tesi primo del primo ciclo di Laurea Magistrale in Conservazione e Restauro e iscrizione di diritto dei laureati all’Associazione. Successivamente, erogazione di un contributo per la pubblicazione di un secondo ciclo di tesi laurea. 
     
  • 2016 - 2021
    Erogazione contributi orientati ai giovani, tra cui quelli destinati:
    - alla conclusione di interventi già avviati (ad es. il cantiere nella Chiesa di San Filippo d'Assisi a Torino, il completamento del restauro della tela del Della Torre per la mostra Genio e Maestria, il progetto di ricerca sui materiali della scimmietta Zizì, opera di Munari)
    - alla realizzazione del collegamento del Centro con la Sala dei Paggi della Reggia di Venaria Reale
    - alle borse di studio a neolaureati
    - al raggiungimento dell’importo necessario per la digitalizzazione dell'archivio di Pinin Brambilla Barcilon, nell'ambito del fundraising lanciato dal Centro 

 

  • DIVENTA AMICO DEL CENTRO E DELLA REGGIA
  • IL CALENDARIO DELLE ATTIVITA' 2022 - 2023
  • CHI SIAMO